Qs University Rankings di Londra ha stilato una classifica con le 50 migliori città studentesche del 2012.

Basata su informazioni relative al numero delle università presenti, alla varietà dei corsi di laurea, al costo e alla qualità della vita per uno studente, alla possibilità di lavoro, la ricerca ha permesso, così, di confrontare le città migliori in cui studiare.

Al primo posto si è classificata Parigi. Grazie ad un sistema di comunicazione tra mondo universitario e lavorativo di ampio respiro e al connubio tra eredità storica e cultura, la Ville Lumière si è aggiudicata la medaglia d’oro. Supportati nel loro percorso di studi dal Governo, che si occupa del pagamento di una parte delle tasse, i parigini godono anche di ampie opportunità di lavoro.

Al secondo posto si è classificata Londra che dispone di infrastrutture accademiche eccellenti, grandi biblioteche e ben 46 università, 12 delle quali sono entrate a far parte della classifica di QS.

Al terzo e quarto posto rispettivamente Boston e Melbourne. La prima è considerata di prestigio per il suo mix di studenti americani e internazionali e per un costo della vita medio, nonostante sussistano una rigida selezione universitaria e tasse alte. Melbourne si è aggiudicata il quarto posto per l’eccellenza degli istituti accademici, la buona qualità della vita e le importanti opportunità lavorative. La città ospita anche alcune delle migliori università dell’Australia.

A ruota seguono Vienna, Sidney e Zurigo. In crescita nel mondo accademico, Vienna vanta un basso costo delle tasse universitarie, un’ottima organizzazione e una buona reputazione per le sue istituzioni accademiche. La capitale dell’Australia presenta, invece, un perfetto equilibrio tra urbanizzazione, parchi, mare e natura che tendono a rendere confortevole per uno studente il soggiorno nella città. Organizzazione impeccabile, serietà nella gestione e nell’organizzazione accademica, fanno classificare Zurigo al settimo posto.

Con ben 150 università, Berlino si aggiudica l’ottavo posto. Un motivo del prestigio della capitale della Germania è dovuto al fatto che molti corsi si tengono sia in tedesco che in inglese e ciò che ha fatto senza dubbio aumentare la richiesta di ammissione alle università da parte di studenti di tutto il mondo.

Penultima nella top ten è Dublino. Multiculturale e cosmopolita, la capitale dell’Irlanda consta di ben due università prestigiose. Nonostante le tasse non siano particolarmente economiche, Dublino presenta una qualità e un costo della vita ideali. Ultima tra le prime dieci è Montreal, considerate tra le città più vivibili al mondo, che attira con i suoi corsi bilingue studenti provenienti da ogni dove.

Per quanto riguarda il nostro Paese, l’unica città ad essere entrata nella classifica delle prime 50 è Milano, aggiudicandosi il 21esimo posto. Pur non contando offerte universitarie di ampio livello, la “città della moda” gode di una ottima qualità della vita e di una buona possibilità lavorativa per gli studenti.

Foto di besoha: La Sorbonne

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.