Barcamenarsi tra studio e lavoro…si può! Voglia di indipendenza, far quattrini per bruciarseli tutti il sabato sera, attitudine al sociale, o più spesso desiderio di mantenersi da soli gli studi per non pesare sul portafogli dei genitori: questi sono soltanto alcuni dei motivi che spingono lo studente medio ad avventurarsi in un lavoro nel corso degli studi universitari.

Personalmente, scrivo da ormai un anno per una testata giornalistica online e devo ammettere che le difficoltà riscontrate non sono state poche

Ci sono stati giorni in cui avrei preferito essere una ragazza di 20 anni come tante, senza pensieri, o con almeno l’unico pensiero dello studio.

Notti insonni a cercare l’idea giusta e con la quale sbalordire il capo, tanto tempo sottratto allo studio, l’ansia di dover adempiere alle consegne, la stanchezza negli occhi e nelle dita impazzite sui tasti. In tanti lamentano la loro condizione di “studenti in crisi”, ma sono tantissimi altri, e forse di più, i giovani che conoscono già il vero “sacrificio” dei grandi.

Difficoltà a parte, lo studente che lavora non intende far pietà a nessuno: con orgoglio mostra il suo libretto universitario più o meno carico di voti, e con altrettanto orgoglio sa che ogni giorno passato a sbracciarsi è un giorno in più verso il mondo degli adulti veri, quelli con il sudore sulla fronte e la fatica sulle spalle.

Studiare e lavorare è una realtà di tanti, di quanti passano delle ore a farsi maledire dalla gente in un call center, ad apparecchiare tavoli, a siglare buste da casa, e così via. Il più delle volte lavori sottopagati, ma pagati quel tanto che basta per comprare il libro-mattone in copisteria, concedersi un’uscita con gli amici, acquistare l’oggetto dei propri desideri, senza dover chiedere niente a nessuno…

Binomio studio-lavoro non è poi un’impresa impossibile: basta solo un po’ di buona gestione del tempo e, alla fine, la soddisfazione per un esame conquistato sarà mille volte più grande di quanto riusciamo ad immaginare…

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.