Le associazioni Rum (Rete Universitaria Mediterranea) e Udu (Unione degli Universitari) hanno aperto ieri una discussione durante il Consiglio di facoltà, su sollecitazione e richiesta di molti studenti, per il ripristino della sessione d’esame di aprile per i fuori corso.

A motivare le richieste delle associazioni il fatto che il tempo compreso tra febbraio e giugno diverrebbe un periodo di stacco troppo lungo, utilizzabile invece per lo sgravo delle materie restanti; la possibilità di una riduzione degli studenti fuori corso della facoltà con conseguente aumento della virtuosità dell’Ateneo; un minore afflusso di studenti nella sessione estiva e maggiore possibilità per i fuori corso di laurearsi il prima possibile.

Rum e Udu hanno sottolineato, inoltre, che studenti come quelli del vecchio ordinamento di Scienze della formazione devono sostenere un numero molto ampio di materie (50 in 4 anni) e istituire anche quest’anno l’appello di aprile potrebbe venire incontro alla complessità del loro corso di laurea.

Le associazioni hanno constatato, altresì, incertezze relative al calendario didattico che entrerà in vigore nell’Anno Accademico 2013/2014, in merito proprio agli appelli dei fuori corso.

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.