È partita ieri la quarta edizione della Winter School, la scuola di Lingua italiana per stranieri all’interno dell’Università di Palermo.

Potranno prendere parte alla scuola non solo giovani ma anche adulti provenienti da Paesi lontani come Brasile, Stati Uniti e Cina o da Nazioni più vicine come Portogallo, Francia, Germania o Polonia.

Della durata di quattro settimane, le lezioni si terranno dal lunedì al venerdì nella sede che si trova in piazza Sant’Antonino 1, il complesso linguistico dell’Ateneo da poco inaugurato.

Potranno seguire il progetto anche gli studenti Erasmus che si trovano già a Palermo per studiare.

Gli obiettivi della Winter School sono l’inclusione sociale di bambini, giovani, uomini e donne migranti, attraverso l’offerta di servizi di eccellenza al territorio.

Ma quest’anno, grazie ad un accordo di collaborazione tra l’Unipa e il Comune, parteciperanno alla scuola d’italiano anche quindici giovani con lo status giuridico di minore straniero non accompagnato. Gli studenti conosceranno la lingua italiana attraverso lezioni e attività varie che si terranno nel pomeriggio.

La scuola consterà di un approccio comunicativo iniziale, a cui seguirà un corso intensivo alla presenza di docenti esperti e qualificati che permetteranno ai corsisti di entrare a far parte pienamente del variegato contesto linguistico e culturale di Palermo.

All’interno del corso sarà, infatti, attivato anche il modulo intensivo di Lingua italiana e arti visuali che consentirà agli studenti di scoprire il patrimonio artistico cittadino e i tesori nascosti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.