Con una larga maggioranza (con 388 voti favorevoli su un totale di 450 deputati) il Parlamento russo ha approvato pochi giorni fa l’estensione a tutto il territorio nazionale di una legge già in vigore a livello regionale a San Pietroburgo, Kaliningrad ed altre grandi città russe: il divieto di “propaganda omosessuale”, ovvero il divieto di manifestare, protestare, richiedere diritti per le persone Lgbt all’interno della Federazione Russa.

Se la legge sarà promulgata, sarà vietato persino organizzare eventi e concerti. Di fronte alla protesta di numerosi esponenti politici europei, il ministero degli esteri e il governo italiano non hanno rilasciato nessuna dichiarazione.

La Rete Gruppo Attiva, Coordinamento UniAttiva, Arcigay Palermo e il Coordinamento Palermo Pride organizzano un sit-in di fronte al consolato della Federazione Russa, in solidarietà con le persone Lgbt russe, per protesta contro questa violazione dei diritti umani e per richiedere al governo italiano una posizione di condanna.

Il sit-in si svolgerà domani, giovedì 7 febbraio, a partire dalle 10, in viale Orfeo 18, a Palermo.

Parteciperanno anche l’Associazione Omosessuale Articolo 3, l’Unione degli Universitari e la Cooperazione ‘Senza Frontiere’.

Cliccate qui per visualizzare la locandina.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.