Ritorniamo a parlare delle tasse per i Dottorati di ricerca, dopo averlo già fatto qui lo scorso 14 gennaio, in quanto mercoledì 5 febbraio il Senato Accademico ha deliberato una loro revisione che, comunque, deve essere approvata dal Consiglio di Amministrazione.

Lo ha reso noto l’Associazione Dottorandi & Dottori di Ricerca di Palermo (Adop) che ha sottolineato altresì che è stata prevista una deroga nel pagamento al 31 marzo 2013. A chi ha già pagato, quando sarà stabilito l’importo della tasse, spetterà il rimborso.

Antonino Lo Burgio, presidente dell’Adop, ha commentato così la notizia: «Questo è un grande traguardo, finalmente i dottorandi hanno un’organizzazione che si fa portavoce delle problematiche di questa categoria finora poco tutelata. Stiamo cercando di crescere giorno dopo giorno, ma non vogliamo fermarci alla sola rappresentanza, vogliamo essere una presenza viva all’interno dell’Università attraverso iniziative a carattere scientifico realizzate in collaborazione sia con le strutture dell’Ateneo che con le associazioni studentesche».

1 risposta

  1. lybius

    La follia di un’università che tassa di più i dottorandi dei corsi di master, ponendoli sullo stesso piano… come se ricevere education (master) o fare ricerca (dottorando) siano la stessa cosa… peraltro, a fronte di un gettito addizionale di poche migliaia di euro… speriamo che il cda comprenda tutto ciò..

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.