Stanno per scadere i bandi per i soggiorni di ricerca in Germania.

Possono beneficiarne studenti, dottorandi, ricercatori e docenti di ateneo, con una particolare attenzione ai possessori dei titoli di dottorato, ricercatori, professori associati, ordinari e emeriti.

L’opportunità per gli studenti sta nelle borse brevi di ricerca (B1), tese a finanziare un periodo di ricerca con partenza compresa tra l’1 agosto e il 30 novembre 2013.

La durata della borsa e del soggiorno di ricerca vanno da un minimo di uno a un massimo di sei mesi.

La data di scadenza prevista è per lunedì 18 febbraio.

Per partecipare occorre spedire all’ufficio di Roma, entro tale data, la propria candidatura. Qui, comunque, tutte le info.

Si tratta di un’occasione da non perdere, in quanto offre la possibilità di recarsi in Germania per completare il proprio lavoro di tesi, la propria sperimentazione laboratoriale e rappresenta anche un’opportunità per mettere a punto i risultati di una ricerca in corso.

Per consultare i bandi è possibile collegarsi al sito: www.daad-rom.org.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.