Donna, under 28, meridionale, laureata in discipline economiche. Questo il profilo-tipo del neolaureato del nostro Paese. Lo scrive  Linkiesta.it, citando il rapporto Campus mentis 2012, presentato a Roma dal professor Fabrizio D’Ascenzo, direttore del Centro di ricerca e servizi ImpreSapiens, finalizzato alla promozione, al coordinamento e all’esecuzione di attività di ricerca nel campo del placement occupazionale e delle problematiche ad esso connesse.

Tra i dati più significativi dell’indagine, il fatto che ci si laurei sempre più in là con l’età (tra i 26 e i 28 anni) ma con voti eccellenti (il 46% del campione ha avuto non meno di 107).

Inoltre, il laureato è soprattutto meridionale: provengono in maggioranza dalla Campania, dalla Puglia e dalla Sicilia.

Infine, nonostante i tempi non siano dei migliori, i laureati restano ottimisti, in quanto molti sono coloro che auspicano di intraprendere un percorso di stage all’interno delle aziende di loro interesse.

Foto di Giulio Nesi (da Flickr)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.