Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di A.Do.P. (Associazione Dottorandi & Dottori di Palermo)

A seguito del decreto Rettoriale n.431 del 25 febbraio 2013, giorno 14 marzo si è svolto un ulteriore incontro tra l’A.Do.P. – Associazione Dottorandi & Dottori di Ricerca di Palermo – e il rettore Roberto Lagalla sulla rimodulazione delle tasse per l’iscrizione ai Corsi di Dottorato di Ricerca.

Dopo una attenta riflessione sulle difficoltà incontrate, in particolar modo, dai dottorandi senza borsa rispetto al pagamento delle tasse d’iscrizione e al soggiorno all’estero, divenuto obbligatorio a partire dal XXV ciclo, in accordo con il rettore Lagalla, si è giunti a questa soluzione:

  • Diritti di segreteria per i Dottorati di Ricerca con borsa di studio: 205 € (di cui 100 € destinati ai Corsi di Dottorato di Ricerca, 55 € per i diritti di segreteria analogamente agli altri corsi post laurea, € 50 al fondo per i soggiorni all’estero).
  • Diritti di segreteria per i Dottorati di Ricerca senza borsa di studio>: 500 € se titolari di reddito proprio fino a 30.000 €. 1.000 € se titolari di reddito proprio superiore a 30.000 € (gli importi includono anche il contributo per l’accesso e la frequenza).
  • Contributo di ammissione agli esami finali per i Dottorati di Ricerca con o senza borsa di studio: 150 €.

Nello specifico, rispetto alle riduzioni ottenute in seguito alla proposta di modifica presentata dall’A.Do.P. il 18 gennaio 2013, si è deciso di destinare parte dei diritti di segreteria pagati dai dottorandi con borsa ad un fondo per finanziare i soggiorni all’estero.

A chi ha già pagato spetterà il rimborso, le cui modalità saranno stabilite successivamente. Il decreto così modificato sarà portato al prossimo C.d.A. per la ratifica ma risulta essere già esecutivo, quindi, tutti i dottorandi posso procedere al pagamento entro il 31 marzo 2013 secondo le modalità di seguito riportate.

Per quanto riguarda la tassa regionale di 140 € si può effettuare il pagamento presso gli sportelli Unicredit attraverso il modulo D1113.

Per quanto riguarda il contributo per i Diritti di Segreteria, sempre presso gli sportelli Unicredit, tramite il Codice Ente 9150300, o in alternativa con un bonifico bancario secondo le Coordinate Bancarie di cui alla nota del Dirigente dell’Area Economico Finanziaria raggiungibile attraverso questo link.

«Questo di oggi è un grande traguardo. Finalmente i dottorandi hanno un’organizzazione che si fa portavoce delle problematiche di questa categoria finora poco tutelata», ha affermato Antonino Lo Burgio (Presidente A.Do.P.) che ha aggiunto: «Nei limiti di bilancio, il Rettore Lagalla si è mostrato molto disponibile nell’affrontare le problematiche dei dottorandi e in particolar modo di quelli senza borsa. Questo è stato palesemente dimostrato dalla netta riduzione concessaci, a seguito della nostra proposta, rispetto alla proposta approvata, prima dal Senato e poi dal C.d.A., ad Agosto 2012. Spero che questo sia il primo passo di un lungo percorso che possiamo fare insieme alle istituzioni universitarie per migliorare le condizioni di tutti i dottorandi e dei ricercatori in generale».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.