Il Servizio Placement del Centro Orientamento e Tutorato dell’Università degli Studi di Palermo, nelle giornate del 5, 14 e 19 novembre dello scorso anno, ha organizzato un Recruiting Day per la Decathlon, azienda leader nella creazione, produzione e distribuzione di articoli sportivi, alla ricerca di Responsabili di reparto.

Il Recruiting Day è un evento di selezione, attraverso colloqui individuali o di gruppo, organizzato dalle università e che si svolge all’interno dell’università stessa. I colloqui rappresentano il primo momento del processo di selezione a cui, per i più meritevoli, fanno seguito altri step e infine la proposta di un contratto di lavoro.

Il Recruting Day che il Servizio Placement di Unipa ha organizzato per la Decathlon ha avuto 1208 candidature pervenute tramite mail e 603 presenze durante le tre giornate. Coloro i quali si sono distinti durante il primo colloquio hanno poi proseguito l’iter di selezione presso le varie sedi della Decathlon. Il processo selettivo si è concluso con l’assunzione di 3 laureati dell’Ateneo palermitano: Raimondo Cammalleri, Davide La Mattina e Salvatore Meola.

Abbiamo chiesto loro di raccontare l’esperienza sul processo di selezione, sulla necessità di iniziative di placement organizzate dalle università e sui consigli da dare ai laureati – laureandi che cercano lavoro.

«Il processo di selezione è durato circa due mesi – dichiara Raimondo Cammalleri – il primo giorno al recruting Day presso l’Università di Palermo, eravamo davvero tanti. Dopo un primo e breve colloquio di preselezione, sono stato ricontattato dall’azienda dopo una settimana per effettuare un secondo colloquio. Superato questo ne ho effettuato un terzo ed infine un quarto. Il quarto colloquio è stato l’ultimo, perché lì mi è stata fatta la proposta di diventare Responsabile di Reparto. Ho accettato senza alcun dubbio. L’organizzazione è stata gestita in modo preciso, sono stati sempre dettati i tempi e gli orari di ogni tappa. Se gli obiettivi delle aziende corrispondono con ciò che uno vuole, bisogna tentare, imboccare la strada e sperare di arrivare alla fino alla fine».

«La prima selezione l’ho superata presso l’Università di Palermo – aggiunge Salvatore Meola – ogni volta che passavo ad una fase successiva nella selezione aumentavano le attese e la speranza, ricordo ancora bene la sensazione che mi ha accompagnato in questo percorso e la custodisco preziosamente perché mi fa ricordare ogni giorno quanto è importante il mio lavoro e quanto mi piace farlo. Consiglio vivamente di partecipare a questi recruting day. Inoltre, l’Università deve capire quanto importante siano questi eventi, perché danno speranza e possibilità a noi giovani».

«Sono realmente grato all’Università di Palermo per aver organizzato sotto richiesta di Decathlon questo evento – conclude Davide La Mattina – perché oltre avermi dato la possibilità di entrare nel mondo del lavoro, mi ha fatto capire che ci sono aziende serie che credono in noi giovani».

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.