Ultimo posto. Questo l’esito di un rapporto Eurostat sul numero di laureati nei 27 Paesi che fanno parte dell’Unione Europea.

Secondo i dati raccolti dall’Ufficio Statistico dell’Ue, infatti, nel 2012 solo il 21,7% di chi si è immatricolato all’università è riuscito a laurearsi entro il 34° anno di età.

Per quanto riguarda il genere, l’obiettivo è stato raggiunto dal 26,3% delle donne ed appena dal 17,2% degli uomini.

Si tratta, pertanto, del dato peggiore dell’intera Unione Europea, anche se in leggero aumento rispetto al 2010 e al 2011.

Nel resto del Vecchio Continente, infatti, la media dei laureati è del 35,8%.

Per quanto riguarda il podio, infine, la “medaglia d’oro” va all’Irlanda (51,1%), seguita da Francia (43,6%) e Inghilterra (41,7%).

Foto da Flickr di Dario Dp 

1 risposta

  1. Ale

    E ciò accade perchè il sistema didattico universitario italiano a differenza degli altri sistemi didattici universitari europei,è PESSIMO oltre che VECCHIO. Ciò rende i corsi universitari noiosi,monotici e solo pochissime università italiane vanno di pari passo con le nuove esigenze del mercato del lavoro e con le nuove tecnologie,ma non al 100%.!!!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.