Nuova veste grafica per il sito ufficiale dell’Università degli Studi di Palermo con lo scopo dichiarato di rendere più agevole la navigazione.

Stravolto, rispetto al precedente, il menù principale del portale: è rimasta soltanto la voce “Urp – Ufficio Relazioni con il Pubblico“.

Interessanti le tre aree dedicate all’iter dello studente. Si parte, infatti, da “scegliere unipa” che ha l’obiettivo di facilitare l’orientamento universitario per i maturandi. Per proseguire, poi, con “verso la laurea“, dedicato a chi frequenta l’Università. Per finire con “dopo la laurea“, destinato alla formazione post lauream e alla ricerca.

Non è cambiata, però, rispetto alla home antecedente, la posizione centrale delle notizie “in primo piano“.

Sulla colonna di destra, invece, troviamo lo spazio “login” per accedere ai servizi intranet dell’Università, dentro al quale, però, si trova anche il link per collegarsi al “portale studenti“.

Sul footer, infine, tre sezioni riservate alle notizie, al rettore e alle comunicazioni.

Il sito verrà gradualmente completato e presentato prossimamente.

3 Risposte

  1. chiara mass

    Grafica sicuramente migliore di quella precedente..veniva la tristezza a guardare quel sito ahahha adesso è molto molto carino!!

    Rispondi
  2. Girolamo Nerd

    Latitano i Social. Spero possano essere inseriti presto, altrimenti resta 1.0

    Rispondi
  3. Salvo

    Riguardo questo post oggi 27 maggio 2014, è passato un anno da quando si parlava di questo nuovo sito con entusiasmo come se avesse dovuto portare chissà quali rivoluzionari miglioramenti in termini di grafica, funzionalità, e organizzazione dei contenuti. Oggi mi pare di poter dire che questo sito si sta rivelando un fallimento su tutta la linea, a partire dall’organizzazione dei contenuti che mi pare veramente pessima e tutt’altro che user friendly. Aggiungo che prima di fare grandi proggetti di comunicazione e marketing, bisognerebbe accertarsi di avere strutture e sistemi adeguati ad attuarle. In questo modo si sarebbe evitato di fare il passo più lungo della gamba e adesso non ciritroveremmo con un sito che funziona malissimo anche sul piano tecnico e spesso restituisce, dopo interminabili minuti trasdcorsi ad attendere il caricamento delle pagine, inquietanti messaggi di errore.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.