È stato presentato venerdì 19 aprile, presso il Consorzio Arca, il Premio Start Cup 2013, la competizione che premia le migliori idee imprenditoriali a carattere innovativo. Potranno partecipare all’iniziativa promossa dall’Università degli Studi di Palermo gruppi costituiti da almeno due persone, ma saranno preferiti i progetti in cui la ricerca scientifica sia supportata da quella tecnologica.

Sarà possibile iscriversi alla prima fase compilando il modulo presente sul sito ufficiale dello Start Cup, per poi accedere alla seconda fase in cui avverrà la selezione delle cinque migliori idee.

Date limite per le due tappe il 7 giugno e il 13 settembre. La premiazione avverrà, invece, il 23 settembre e prevede un compenso di 8 mila euro per il primo classificato e di 4 mila per il secondo.

Giovanni Perrone, coordinatore del Premio Start Cup, ha spiegato che «i primi due vincitori parteciperanno di diritto al premio nazionale dell’innovazione che quest’anno si svolgerà a Genova, il 30 e 31 ottobre 2013, in cui potranno concorrere a 4 premi di 25000 euro ciascuno». «Un’idea che resta prototipo – ha chiarito Alessandro Albanese, presidente degli Industriali palermitani – non serve a nessuno, ma è importante che riesca a restare sul mercato».

Vari, poi, gli interventi nel corso della mattinata, durante la quale si è svolta anche una tavola rotonda su I nuovi strumenti per l’imprenditorialità innovativa. Tra i presenti, oltre all’assessore all’Innovazione Giuseppe Barbera, Gandolfo Gallina, da poco eletto dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo dell’Università di Palermo.

Prima dell’apertura di un dibattito con i giovani presenti, l’intervento conclusivo è spettato a Fabio Montagnino, direttore generale dell’incubatore Arca che ha spronato i giovani a partecipare, a non restare «bloccati nella dimensione del pareggio» e a guardare al futuro attraverso una «tensione verso la trasformazione».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.