In vista delle elezioni del 21 e 22 maggio per il rinnovo delle componenti del Consiglio nazionale degli studenti universitari, Udu Palermo – Unione degli Universitari e Rum – Rete Universitaria Mediterranea confermano la loro collaborazione e unione.

Tra le vittorie portate a casa dalle due associazioni, il rimborso della seconda rata d’iscrizione per i laureandi di luglio 2013, il blocco del decreto Profumo e il no al parcheggio privato in viale delle Scienze.

Udu e Rum si presenteranno con quattro candidati.

Per il Senato accademico è stato presentato il nome di Carlotta Provenza, laureata in Chimica, studentessa iscritta al corso di laurea magistrale in Chimica, già coordinatrice d’Ateneo Rum., rappresentante in consiglio di corso di laurea e in Consiglio di Facoltà di Scienze MM.FF.NN.

Per il Cda – Consiglio Di Amministrazione Sara Pizzillo, laureata in Comunicazione Pubblica, studentessa iscritta al corso di laurea Magistrale in Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e di pubblicità, già coordinatrice dell’Udu Scienze della Formazione e Responsabile Organizzazione dell’Udu Palermo, rappresentante in Consiglio di corso di laurea e Consiglio di Facoltà di Scienze della Formazione.

Per il Cus – Centro Universitario Sportivo Valeria Vitrano, studentessa del corso di laurea in Scienze del Turismo presso la facoltà di Economia, coordinatrice dell’Udu Economia, rappresentante in Consiglio di corso di laurea e membro della commissione paritetica di Economia.

Infine per il Cnsu– Consiglio Nazionale Studenti Universitari Salvo Di Chiara, iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza, primo degli eletti in consiglio di corso di laurea nelle elezioni del 2011, presidente di ContrariaMente e membro della commissione paritetica di Giurisprudenza.

Obiettivo comune dei candidati quello di tutelare i diritti degli studenti, proseguendo l’impegnativo lavoro dei loro predecessori in vista delle modifiche apportate all’Università dalla riforma Gelmini.

Tra le battaglie che le due associazioni si prefiggono di portare avanti: l’inserimento della percentuale di ore di lezioni frontali dedicate alla progettazione e all’approfondimento pratico della materia; il monitoraggio del calendario didattico di ateneo; la copertura totale degli idonei alle borse di studio; un No all’aumento delle tasse universitarie; il ripristino del comitato delle pari opportunità d’ateneo; l’abbattimento delle barriere architettoniche per la completa fruizione degli spazi di Ateneo a tutti gli studenti.

N.B.: inviate le liste a blog@younipa.it

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.