I cuori di due persone che si amano battono seguendo lo stesso ritmo: stavolta l’esternazione non è dovuta all’inguaribile romantico di turno, bensì, è il frutto di una accurata ricerca scientifica.

Emilio Ferrer, docente di psicologia alla University of California, ha condotto una studio su trentadue coppie di innamorati facendole sedere a circa un metro di distanza con l’obbligo di non interagire tra di loro, parlare o toccarsi.

Con lo scorrere del tempo, lo studioso, ha misurato il ritmo cardiaco delle coppie presenti. E il risultato? Il ticchettio dell’organo più ‘dolce’ finiva per sincronizzarsi tra innamorati, siano stati essi sposati, fidanzati o amanti.

Il passo successivo è stato mischiare le coppie, ponendo in vicinanza due persone completamente estranee. Nessuna relazione, però, è stata rinvenuta tra i battiti del loro cuore.

Ma non finisce qui: Cupido ha anche il potere di sincronizzare la respirazione. «I test evidenziano che la connessione tra due persone non è solo emotiva ma realmente e tangibilmente fisiologica» ha dichiarato Ferrer. Il legame tra due persone unite da un rapporto d’amore, infatti, non avviene unicamente a livello sensoriale ma ha ripercussioni anche a livello fisico.

Un’analisi più attenta dei dati raccolti ha, inoltre, evidenziato che sono le donne ad essere più propense ad ‘agganciare’ il loro cuore e il loro respiro a quello del partner. Secondo Ferrer «questo è un segnale del fatto che le donne tendono ad adeguarsi maggiormente al proprio uomo rispetto al contrario».

Le donne sono quindi più empatiche? Riescono davvero a comprendere meglio lo stato d’animo di chi sta loro accanto?

In attesa di una risposta certa a questo interrogativo, ora sappiamo che l’amore può superare i limiti fisici del nostro corpo per sincronizzarlo con quello della persona che amiamo.

Foto di Stefano Petroni

1 risposta

  1. Lory

    Mi piace molto questo articolo…vorrei sapere se 2 innamorati pur non abitando insieme,
    vuoi per il sentimento molto forte o vuoi per legame mentale oppure per la classica “insonnia d’amore”.. potrebbero svegliarsi alle stesse ore del giorno o della notte.
    Grazie

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.