Riceviamo e pubblichiamo:

Ibrahima Kobena, per gli amici solo Ibra, è uno di quei ragazzi che hanno inseguito il sogno di una vita migliore e per inseguire il suo sogno ha scelto Palermo.

Giovane studente della Facoltà di Economia, sportivo, originario della Costa D’Avorio è protagonista della vita universitaria sotto tutti gli aspetti.

Da subito entra nel gruppo dell’ASU dove si fa notare per competenza e correttezza, la sua vita si svolge dentro i pensionati universitari del Santi Romano e del San Saverio.

Col passar del tempo cresce anche la voglia di fare, insieme agli amici africani decide di creare all’Associazione Sicilia Africa Students, della quale è il Vice-Presidente. Comincia anche a collaborare con Aiesec Palermo seguendo i progetti “social business challenge” e “sviluppo volontariato e fundraising”; Revisore dei conti per l’Associazione dei cittadini della Costa D’Avorio in Sicilia (U.N.I.S) , diventa mediatore culturale ed intanto entra nella rete di Unicef come volontario.

Ibra ha scelto la partecipazione ed il merito come un gancio verso l’integrazione. L’ASU, prima del dibattito di questi giorni tra “ius soli” e “ius sanguinis”, di duri e stupidi attacchi al ministro Kyenge da parte dei parlamentari leghisti, aveva già deciso di candidare IBRA.

«Sulla candidatura al CUS di Ibra sin da subito abbiamo trovato l’unanimità di tutta Associazione, è uno studente che ha sempre lavorato nell’associazionismo studentesco e nel volontariato. Con questa candidatura vogliamo lanciare un modello positivo e funzionale d’integrazione», queste le parole di Rosario Genchi, Consigliere uscente al CUS e fondatore dell’ASU.

Quella di Ibra è la prima reale occasione che uno studente africano possa diventare rappresentate degli studenti presso un organo superiore di un ateneo siciliano, l’elezione di Ibra rappresenterebbe una svolta storica: l’elezione di un non italiano all’interno di un organo di rappresentanza politica del nostro paese, della nostra Sicilia.

Sulla candidatura di Ibra hanno espresso piena convergenza l’Associazione Sicilia Africa Students e Universitas.

Insieme ad Ibra al Cus, corrono Pasquale Pillitteri al Senato (Vivere Ateneo) e Marco Tirone al CDA (Unixcento) nella lista RUN-VivereAteneo-Unixcento.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.