Siamo giunti alla conclusione dei progetti firmati Aiesec Palermo in collaborazione con Legacoop, ERSU e l’istituto M. Rutelli. Anche quest’anno, a chiusura delle attività, si svolgerà l’evento finale presso i Cantieri Culturali della Zisa, Sala Michele Perriera, giorno 29 Maggio alle ore 9.30.

Si affronteranno numerose tematiche, dall’imprenditorialità all’innovazione, dalla sostenibilità all’internazionalizzazione, in compagnia di diverse personalità di rilievo del capoluogo siciliano come Alessandro Balsamo – Uff. Gabinetto Assessore ll’Istruzione e alla Formazione Regione Sicilia, Doriana Ribaudo – assessore ai Giovani Provincia di Palermo, Massimiliano Lombardo – Legacoop Palermo, prof.re Salvatore Tomaselli – docente di economia aziendale.

Durante l’evento interverranno inoltre gli studenti provenienti dal Brasile, Ungheria, Croazia, Romania, Serbia, Tunisia, Armenia ed India, mostrando il lavoro fatto e i Business Plan creati con universitari e liceali. Verrà in seguito premiato il miglior Business Plan e assegnato un premio al miglior Team.

Verrà anche aperta la Move competition, un concorso che si svolgerà sui social network durante l’evento e che offrirà a tutti gli studenti universitari presenti la possibilità di vincere uno stage Aiesec (istruzioni, termini e condizioni saranno spiegati durante l’evento).

Per potere partecipare si invitano gli studenti a venire muniti di smartphone e twitter.

L’evento vorrà sottolineare l’impatto sociale di due progetti che, nei mesi di Aprile e Maggio, hanno preso luogo a Palermo ma con un sapore del tutto internazionale: Create Your Business e Edu-Change, capitaneggiati da studenti provenienti dal Brasile, Ungheria, Croazia, Romania, Serbia, Tunisia, Armenia, India, Cina e Messico.

Create Your Business è un progetto ideato e realizzato da Aiesec, che attraverso la collaborazione con Legacoop, punta a mettere in contatto le realtà aziendali e il mondo universitario, su temi dell’imprenditorialità, dell’innovazione e dell’internazionalizzazione. Il progetto ha inoltre visto la partecipazione e il coinvolgimento di studenti universitari dell’ateneo di Palermo che hanno lavorato in team insieme agli stagisti provenienti dalle università estere.

Il progetto si è focalizzato sullo sviluppo di business plan relativi ad un prodotto/servizio legato al territorio siciliano con caratteristiche che lo rendessero capace di affacciarsi al mercato globale, o almeno ai mercati dei paesi di provenienza degli stagisti.

Ogni settimana gli studenti hanno avuto 2 incontri pomeridiani della durata di 4 ore ciascuno, di cui due ore di formazione con il prof. La Commare, presidente dell’incubatore Arca, la dott.ssa Levanti, ricercatrice Dipartimento Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche, il prof. Tomaselli docente di Economia aziendale e il dott. Montagnino, direttore dell’ Incubatore Arca.

Non finisce qui, perché gli studenti stranieri hanno inoltre lavorato presso 4 coopertive per tre giorni settimanali:

  •  3 studenti presso Euromed si sono occupati di redigere bandi comunitari e hanno poi dato un contributo per la realizzazione del festival Gioventù in azione;
  •  3 ragazzi presso Addiopizzo hanno dato un contributo per la realizzazione della festa del consumo critico e svolto attività nell’ambito del marketing;
  •  2 ragazzi presso La Palma nana svolgendo attività nell’ambito del marketing;
  • 2 ragazze presso Il mondo incantato svolgendo attività nell’ambito del marketing e della contabilità.

Le finalità di questo progetto sono state soprattutto quelle legate alla volontà di spingere i giovani universitari a volere e sapere investire nelle proprie idee, a diffondere una cultura imprenditoriale basata sull’innovazione, a dimostrare che in Sicilia è possibile fare impresa e soprattutto a far capire il valore del confronto con altre realtà al fine di implementare conoscenze acquisite in loco dagli studenti palermitani.

Edu-Change è stato un progetto interamente rivolto agli studenti liceali. In particolare sono state coinvolte otto classi dell’istituto Mario Rutelli grazie alla collaborazione della prof.ssa Mancuso. L’obiettivo è stato quello di creare giovani consapevoli, proattivi ed attenti alle problematiche sociali, stimolandone le capacità di espressione in lingua inglese.

In particolare Aiesec Palermo ha deciso di trattare la tematica della sostenibilità ambientale attraverso dei laboratori in lingua inglese incentrati su: sostenibilità sociale che si occupi della qualità della vita di un popolo, sostenibilità ambientale che debba puntare sulla conservazione dei beni naturali in modo da garantirli anche alle generazioni future ed, infine, un piano di sostenibilità istituzionale avente l’obiettivo, complesso quanto nobile, di garantire i diritti di libertà e di uguaglianza uguali per tutti, in accordo con la mission Aiesec.

Importante sottolineare come in questo progetto siano state coinvolte anche le famiglie degli studenti grazie al programma Host Family firmato Aiesec Palermo. Le famiglie degli studenti, ospitando uno studente straniero, hanno potuto conoscere una cultura straniera e hanno potuto arricchire le conoscenze linguistiche di un’altra lingua e della lingua inglese.

Si ringraziano tutti i Partners e gli Sponsor che hanno dato la possibilità a questi progetti di esistere e prendere forma, dando soprattutto un valore aggiunto alla cultura imprenditoriale degli studenti palermitani che spesso risulta essere assente perché assenti sono i mezzi per raggiungerla:

Legacoop Palermo, Ersu Palermo, ARCA, John Milton Institute, Cantine Simonetti, l’Istituto Mario Rutelli, Supermercati Marotta, Euromed, AddioPizzo, La Palma Nana, Il Mondo Incantato, Carrefour Europeo Sicilia, ma soprattutto l’Assessorato alla Cultura della Città di Palermo e la Provincia Regionale di Palermo.

Per maggiori info collegarsi all’evento su Facebook.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.