Le arti decorative rivivono tra le mura dell’Oratorio dei Bianchi di Palermo. La prestigiosa sede, che si trova a pochi passi dal quartiere della Kalsa, da venerdì scorso, ospita la mostraAntichi mestieri tra passato e futuro realizzata dall’Università del capoluogo siciliano grazie al finanziamento divulgato dall’assessorato regionale alla Formazione professionale.

Le grandi maestranze presenti nell’Isola per l’occasione hanno aperto la porta delle loro botteghe a delle giovani apprendiste che, dopo un breve periodo di istruzione frontale tramite lezioni e seminari sulla storia delle celebri arti, hanno potuto prendere parte al processo di lavorazione vero e proprio recandosi all’interno dei più rinomati atelier siciliani.

«Il risultato è stato sorprendente, in poco più di un anno e mezzo le ragazze hanno imparato un mestiere prestigioso – assicura Maria Concetta Di Natale, direttrice del progetto -. Lo studio dell’oreficeria siciliana fornisce la base per il gusto della policromia, della solarità, della terra di Sicilia così piena di tesori nascosti, spesso dimenticati, e tutti da riscoprire».

E così dal rosso corallo di parure, bracciali e orecchini alla raffinatezza di oro e diamanti con decorazioni curiose e ricercate, l’esposizione ha preso forma e colore riscontrando pareri positivi tra i presenti. Tra gli ospiti all’inaugurazione figurava anche il eettore dell’Ateneo, Roberto Lagalla che ha espresso la propria solidarietà al progetto.

«Bisogna porre maggiore attenzione verso la realtà di oggi per poter offrire nuovi sbocchi occupazionali proprio in questo settore tanto proficuo in tempi remoti – ha concluso la Di Natale -. La Sicilia era conosciuta e apprezzata nel mondo per le sue arti decorative e, adesso, dobbiamo tornare a rilanciare tale cultura visiva come studio del passato che rivive e si interseca al presente e, perché no, al futuro».

La mostra resterà aperta fino al 30 giugno tutte le mattine dalle 9:00 alle 12:30, fatta eccezione per il lunedì.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.