Il rettore Roberto Lagalla ha inviato ieri a tutte le “anime” dell’Università degli Studi di Palermo una comunicazione sull’approvazione del bilancio consuntivo 2012, annunciando che «il conto economico dell’Ateneo ha finalmente raggiunto il suo punto di equilibrio, dopo una lunga stagione di deficit spending (secondo la reiterata definizione del Revisore dei conti)».

«Non solo – ha aggiunto Lagalla – per la seconda volta consecutiva, si raggiunge il saldo attivo per l’esercizio di competenza (+ 5,1 milioni di euro) ma, grazie a quest’ultimo e per effetto della politica di risanamento economico posta in essere sin dal 2009, anche il residuale disavanzo di amministrazione, derivante dal risultato negativo degli esercizi precedenti, viene ad essere completamente azzerato, riprendendo segno positivo».

Infine, il rettore ha affermato che «la chiusura del bilancio consuntivo 2012 apre idealmente la strada ai rinnovati organi di governo dell’Ateneo ai quali, in quest’occasione, mi è gradito indirizzare i migliori auguri di buon lavoro, certo che essi saranno animati dalla stessa capacità d’impegno e dal medesimo attaccamento all’Istituzione che ha caratterizzato l’azione dei Colleghi da poco cessati».

Per leggere la lettera in versione integrale cliccate qui (PDF)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.