«Benvenuti nel panorama delle testate di informazione e anche a ResaPubblica che assolve a una funzione fondamentale e centrale per la democrazia e la società».

Con queste parole il rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Roberto Lagalla, ha salutato i presenti all’incontro di presentazione di Resapubblica.it, nuova testata giornalistica edita da Trentadodici Group.

Associazionismo, mondo culturale e turistico, politica, ambiente, tradizione e cronaca: questi solo alcuni dei temi al centro del giornale presentato giovedì 20 giugno allo Steri.

Dopo aver introdotto i lavori, Lagalla ha parlato del valore e della funzione sociale, culturale e civile della stampa, che nell’immaginario collettivo «assume un rilievo straordinario che, spesso, nella resa pubblica attribuisce alla notizia verità per il fatto stesso di essere data».

«L’equazione tempestività della notizia, qualità dell’informazione, verità della comunicazione – ha aggiunto Lagalla – è facile a dirsi ed estremamente difficile da concretizzarsi».

Il rettore ha, inoltre, puntato il dito contro la politica che fa uso di Twitter, perché «si comprimono in 140 caratteri gli umori, le tendenze, le esigenze, le ragioni, le scelte di un Paese».

Lagalla ha, poi, parlato della funzione «dell’informazione in tutta la sua ampia gamma di potenzialità» che è quella «della coscienza civile di chi opera nell’interesse pubblico».

Non sono mancati, infine, i ringraziamenti ai presenti, in particolare a «chi ha avuto il coraggio di porsi in questa linea, rispetto a una Resapubblica di questo servizio e chi ha fatto parte del comitato di redazione».

Ecco il video integrale dell’intervento del rettore Lagalla:

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.