Avete un compagno di scuola, un collega o un vicino di banco che chiacchiera troppo? Siete stufi delle lamentele d’amore di qualche amico? Non sopportate più il blaterare continuo di fratelli e genitori? Ecco a voi la soluzione definitiva.

Si chiama Speech Jammer, rinominata pistola ferma chiacchieroni.

A sperimentare il curioso congegno sono stati Kazutaka Kurihara, dell’Istituto di Tecnologia di Tsukuba e Koji Tsukada, dell’Università di Ochanomizu, due studenti appassionati di tecnologia.

Gli studiosi giapponesi tramite la strampalata invenzione hanno trionfato all’Ig Nobel Prize, il premio assegnato ogni anno dalla rivista ‘Annals of improbable research’ alle scoperte tecnologiche più strane e divertenti.

Ma come funziona l’oggetto? Tutto si basa sul principio del feedback: il dispositivo registra la voce del chiacchierone grazie a un particolare microfono che, in seguito, la riproduce con un ritardo misurato in 200 millisecondi, spiazzando di fatto l’inconsapevole vittima dello scherzo.

In realtà, però, va sottolineato che i due inventori avevano progettato lo strumento per uno scopo più nobile, quello di aiutare quanti parlano in pubblico a controllare il ritmo della voce e i tempi del discorso.

Ma cosa c’è di più divertente che zittire i possibili “disturbatori?

Ecco il video:

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.