Si avvicina il momento in cui gli studenti dovranno iscriversi al nuovo anno accademico ma da quest’anno è stata introdotta un’importante novità che potrebbe gettare in confusione in molti.

Si tratta della cosiddetta iscrizione a tempo parziale. Se quella a tempo pieno è, infatti, una normale iscrizione, con la quale ci si iscrive con la possibilità di dare tutti gli esami previsti per l’anno di riferimento, l’iscrizione a tempo parziale permette di agevolare lo studente che non può dedicare prevalentemente il proprio tempo agli studi.

Chi sceglie questa modalità, infatti, potrà scegliere il numero di cfu da acquistare (da un minimo di 30 a un massimo di 59) pagando le tasse in misura inferiore e proporzionalmente al numero di crediti scelti.

L’associazione studentesca Rum spiega in una nota chi può godere di tale agevolazione e entro quale termine. Per maggiori informazioni cliccate qui.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.