Un incontro per parlare di un piano per giovani ricercatori e per lo stanziamento di 100 milioni di euro per chi viene valutato migliore nella valutazione della ricerca, si è svolto ieri tra il presidente dei Rettori italiani Stefano Paleari e il rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla.

A richiedere l’inserimento di tali provvedimenti all’interno della Legge di Stabilità è la Crui, la Conferenza dei Rettori Universitari Italiani, per via dei dati preoccupanti sulla carenza di fondi destinati agli Atenei del Bel Paese e quelli relativi alla media dei laureati che sono pari al dieci per cento in meno rispetto al resto d’Europa.

Come si legge su BlogSicilia«i giovani – spiega Paleari – e il merito sono la strada per il nuovo rinascimento italiano». Mentre per il rettore Lagalla, «bisogna parlare di nuove prospettive e del rilancio del sistema dell’istruzione universitaria passando per merito, sostenibilità, razionalizzazione dei costi e responsabilità. È questa la strada maestra per perseguire innovazione e risultati».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.