Continua la protesta “mascherata” del Collettivo Universitario Autonomo. Ieri, infatti, alcune decine di persone – tra cui anche precari e disoccupati – hanno presidiato gli uffici della Direzione di Trenitalia in via Roma, bloccandone l’ingresso.

Durante l’azione di protesta i manifestanti, indossando le maschere di “V” per Vendetta «proprio per simboleggiare la rabbia e la voglia di riscatto contro i veri responsabili della crisi e dei tagli» – si legge nella nota inviata alla stampa – hanno aperto uno striscione con su scritto “Per il diritto a manifestare: Assediamo Trenitalia! Verso il 19 Ottobre!“.

Quest’iniziativa si è svolta anche in altre città italiane.

«L’azione di protesta – scrivono gli organizzatori –  è arrivata dopo una fallita trattativa con la dirigenza di Trenitalia che, negando ai manifestanti di tutto il territorio nazionale la possibilità di spostarsi per raggiungere il corteo nazionale del 19 ottobre a Roma, non concedendo le carrozze dei treni, sta di fatto impedendo il diritto di manifestare il proprio dissenso».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.