Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Udu, Rum e Su sui risultati delle elezioni del Consiglio di corso di studi.

Dopo la vittoria alle elezioni di maggio la coalizione UDU – RUM – Studenti Universitari – NRG si conferma alle elezioni dei rappresentanti degli studenti nei Consigli di Corso di Studio UNIPA eleggendo la maggioranza dei rappresentanti.

I rappresentanti eletti tra le file della coalizione sono presenti nella stragrande maggioranza dei Consigli dell’Ateneo confermando il ruolo di protagonista che queste associazioni hanno nella rappresentanza studentesca.

«I nuovi Consigli di Corso di Studio assumono, con la scomparsa delle Facoltà e il raggruppamento dei corsi in Strutture di Raccordo, un ruolo cardine per tutte le decisioni riguardanti la didattica, le più importanti dal punto di vista di noi studenti», afferma Sara Pizzillo, Consigliere di Amministrazione UNIPA dell’UDU Palermo, che continua: «I consensi ricevuti dai nostri candidati in tutto l’Ateneo non sono arrivati per caso, chi ci vota sa di sostenere la migliore rappresentanza che l’Università abbia mai conosciuto. Oggi è un giorno di festa per tutti i nostri associati, sono convinta però che le più grandi soddisfazioni saranno garantite proprio dal lavoro che i nostri rappresentanti svolgeranno nei consigli in cui sono stati eletti».

«La Rete Universitaria Mediterranea è fiera del grande risultato ottenuto in Ateneo», dichiara Carlotta Provenza, Senatrice Accademica della RUM«siamo convinti oggi come ieri che la rappresentanza universitaria sia il fulcro centrale della vita universitaria di tutti gli studenti. Dopo tanti anni di lavoro e presenza costante nelle Facoltà gli studenti hanno dimostrato di credere nell’impegno che mettiamo in campo giorno dopo giorno».

«Sono orgogliosa del risultato ottenuto in queste elezioni da Studenti Universitari. Il sostegno che gli studenti ci hanno fornito è prova dell’impegno profuso dai nostri associati», afferma Alessandra Cianciolo, Senatrice Accademica di Studenti Universitari. «Il risultato ottenuto ci spinge a continuare nell’impegno quotidiano nella rappresentanza a tutela dei diritti degli studenti».

3 Risposte

  1. anonymous

    Facile parlare di “aver ottenuto la maggioranza”.
    I candidati di rum e udu sono sempre piu’ della metà dei candidati di altre associazioni, dunque è quasi normale che risultino tra le file degli eletti.
    In merito a ciò, si potrebbe dire che i risultati delle elezioni siano alquanto deludenti se consideriamo che non tutti gli eletti di ogni cdl appartengono alle associazioni elencate sebbene, ripeto, i candidati alla rappresentanza sono in gran numero associati ad udu e rum. Facendo un esempio pratico: consideriamo un corso di laurea X dove vi sono 4 rappresentanti da eleggere e 10 candidati. Tra questi 10 candidati vi sono 6 candidati di udu-rum. Alle elezioni soltanto 2 candidati udu-rum vengono eletti mentre gli altri 2 appartengono ad altre associazioni. Non sarebbe un fallimento per udu-rum!?

    A tutto ciò aggiungiamo che, sebbene tutte le associazioni fanno ciò che sto per dire, UDU-RUM sono specializzati nell’accompagnare i singoli studenti quasi dentro al seggio dopo un perverso lavaggio del cervello a ragazzi che sempre piu’ se ne infischiano dell’importanza delle elezioni.

    Care associazioni tutte, sono contentissimo se raggiungete “la maggioranza” o i “voti” in tale modo. Tipico atteggiamento mafioso del siciliano (italiano ndr) ignorante.

    Rispondi
  2. fabio

    Sono contento che la RUM,associazione che ho sempre votato,ha ottenuto la maggioranza.Almeno appena avrò dei dubbi,loro,come sempre, mi sapranno aiutare.
    Buono studio a tutti

    Rispondi
  3. Matricola

    Ciao sono una matricola d’ingegneria, in quest’articolo si parla di maggioranza ottenuta dalle sopracitate associazioni ma non c’è alcun dato ufficiale che possa supportare queste affermazioni perciò mi sono preso la briga di cercare i risultati su internet almeno per quanto riguarda la mia facoltà e ho notato che vi è un’associazione non citata in quest’articolo che si è difesa bene (anzi direi che ha preferito vincere) – vivere ateneo – dato che è riuscita a far eleggere 36 suoi candidati e almeno uno in tutti i corsi di laurea d’ingegneria.. Contando che in totale i consiglieri eletti sono 60-70 penso ci sia una certa maggioranza da parte di quest’associazione..
    Dati ufficiali unipa: http://portale.unipa.it/facolta/ingegneria/Risultati-elezioni-dei-Rappresentanti-degli-Studenti-nei-CCS/

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.