Un convegno in cui parlare de I parchi come luoghi di incontro tra green economy e green society si svolgerà oggi, mercoledì 30 ottobre, presso la sala Lanza dell’Orto Botanico dell’Università di Palermo.

Si tratta del secondo appuntamento preparatorio alla Conferenza nazionale La Natura dell’Italia. Biodiversità e aree protette: la Green Economy per il rilancio del Paese si terrà il 30 ottobre a Palermo nella sala Lanza dell’orto botanico dell’Università. Un altro evento promosso da Ministero dell’Ambiente, Federparchi, Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e Unioncamere.

Dopo la registrazione dei partecipanti, previsti i saluti della dottoressa Maria Carmela Giarratano, della Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell’Ambiente. Seguiranno poi gli interventi di Roberto Lagalla, rettore dell’Università di Palermo, Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia, Domenico Tucci, commissario straordinario della Provincia di Palermo e Leoluca Orlando Cascio, sindaco del capoluogo siciliano. Quindi i saluti di Giuseppe Marinello, presidente della Commissione Ambiente del Senato.

Dopo le relazioni introduttive del presidente di Federparchi Europarc Italia Giampiero Sammuri (che illustrerà gli obiettivi dell’incontro), di Stefano Leoni (Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile) e di Ivanhoe Lo Bello (vicepresidente di Unioncamere), si passerà agli interventi tecnici. Da quelli dei rappresentanti delle associazioni ambientaliste (il presidente nazionale di Legambiente Cogliati Dezza e quello del Cai Filippo Di Donato) ai contributi del Centro Studi Unioncamere (ospite Domenico Mauriello) e di Aaster (Aldo Bonomi).

Sempre nella stessa sessione anche gli interventi di Amilcare Troiano, presidente del Parco nazionale del Cilento e del sindaco di Pollica Stefano Pisani.

Nel pomeriggio verranno approfondite altre tematiche a partire dalle esperienze d’impresa nelle aree protette, con un confronto tra coloro che hanno puntato sulla terra, sul mare e sul turismo. Tra gli ospiti Francesco Galante (Libera Terra), Giusi Nicolini (sindaco di Lampedusa), Purification Canals (presidente di Med Pan), Stefano Landi (docente Luiss), Stefania Petrosillo (responsabile Cets di Federparchi) e Marisa Mazzaglia (presidente del Parco dell’Etna). La sintesi della giornata verrà compiuta dal direttore generale del Ministero dell’Ambiente Renato Grimaldi e da Fabio Renzi (segretario generale di Fondazione Symbola). Le conclusioni, previste intorno alle 17:00, sono state affidate al ministro dell’Ambiente Andrea Orlando.

1 risposta

  1. aldo

    Quasi tutti i relatori e gli ospiti sono di legambiente o di green Italia. L’iniziativa serve esclusivamente per dare visibilità a questi due soggetti. alcune considerazioni:
    a)La dottoressa Giarratano dovrebbe prendere nota dell’assenza di parchi e associazioni non governate da legambiente e di quello che questo significa.
    b)Il ministro dovrebbe essere meno di parte…
    c) fa molto piacere vedere che Giusi Nicolini trova il tempo per andare ai convegni…vuol dire o che l’emergenza profughi è finita o che essendoci il ministro non poteva perdere questa grande occasione di visibilità. Povera Italia

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.