Pubblicare post e commenti su Facebook è diventata una vera e propria mania per milioni di persone in tutto il mondo. Ma per gli scienziati c’è anche qualcosa in più: postare contenuti vari sui social network equivale ad avere tanti piccoli orgasmi. A dirlo nero su bianco, senza usare mezzi termini è uno studio della prestigiosa Università di Harvard.

Secondo i ricercatori svelare sé stessi e le proprie esperienze nel mondo del web stimola la regione del cervello collegata al piacere provocando un rilascio di dopamina. E così si riceve una sorta di ricompensa. Più si rivelano particolari e più crescono soddisfazione piacere al pari di una buona “dose” di sesso.

Lo studio bollente ha preso in considerazione l’attività di 300 persone impegnate a postare sui social network, mentre i ricercatori monitoravano i loro cervelli con la risonanza magnetica.

«Internet e i social network sono dei mezzi attraverso cui si può parlare di sé stessi e degli altri – spiega la dottoressa Diana Tamir, autrice della ricerca pubblicata dalla rivista Pnas -, e questo fa sentire bene le persone. Gli esseri umani sono naturalmente portati a voler condividere i propri pensieri, e avere la possibilità di farlo è vissuta come una sorta di premio soggettivo».

Lo studio è stato condotto offrendo al campione piccole somme di denaro per rispondere a domande sulla realtà oggettiva che osservano, e una somma minore per esprimere le proprie opinioni. In gran parte dei casi, il campione sceglieva la somma minore pur di poter parlare in prima persona.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.