Un’amministrazione trasparente che rende disponibili i documenti e il proprio operato ai cittadini. È quanto ha fatto l’Ateneo Palermitano che ha pubblicato in rete un sito dedicato alla trasparenza, nel rispetto del decreto legislativo numero 33/2013 riguardante il Riordino della disciplina per gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Il progetto è stato illustrato dal direttore generale Antonio Valenti in occasione del secondo appuntamento della Giornata sulla trasparenza, tenutosi nella sala Magna Vincenzo Li Donni, della facoltà di Economia, dell’Università di Palermo. La manifestazione è stata curata dal dirigente dell’Area Affari generali legali Sergio Casella.

«Una amministrazione trasparente e dei cittadini», così ha definito l’Università dio Palermo l’assessore regionale alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica Patrizia Valenti. Durante la giornata i dirigenti e i funzionari dell’Università hanno illustrato i servizi che offrono i vari Settori strategici, quali sono i procedimenti attraverso cui viene selezionato il personale e come esso sia esso valutato, cercando di colmare le sue lacune attraverso dei percorsi formativi, di come si giunge a formulare il budget e viene avviata la programmazione dell’Università di Palermo.

Tutto ciò si svolge in una ottica di trasparenza che viene ad essere realizzata attraverso uno dei mezzi comunicativi e diretti più efficaci dell’Università, il sito istituzionale ed in particolare la sua pagina dedicata sulla trasparenza.

Questa vetrina espositiva viene aggiornata ed implementata costantemente, in tempo reale dando una visione aggiornata di tutto quello che succede nel nostro ateneo e attraverso la sua interattività si può dialogare con esso, inoltre ci si può iscrivere ai corsi di laurea e vedere il percorso formativo degli studenti iscritti e se sono stati caricati i statini degli esami.

Ma le iniziative intraprese dall’Università di Palermo non si fermano a tutto ciò, con il piano triennale di prevenzione della corruzione l’ateneo palermitano ha voluto dare una sferzata importante all’illegalità, attraverso il piano triennale di prevenzione della corruzione, realizzato in relazione alla approvazione del Governo Italiano, della legge 190 del 6 novembre 2012, contro il fenomeno della corruzione e i fenomeni illegali nella Pubblica amministrazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.