IostoconTito è questo il nome dato alla neonata pagina Facebook per sostenere Tito Panzeca, docente della Facoltà di Architettura che, dallo scorso 11 dicembre, è incatenato a una colonna dell’atrio dell’edificio di viale delle Scienze in segno di protesta contro il baronato universitario.

Panzeca critica, infatti, le scelte della presidenza della facoltà di Architettura e del Senato Accademico in merito ai criteri per l’assegnazione di 23 dei 36 posti di ricercatore disponibili.

La macchina del web non ha tardato a far sentire la propria voce. Appena qualche giorno, il tempo di organizzarsi, e gli ingranaggi dell’online si sono messi in moto. E così ecco apparire sul social network più noto del mondo, in data 14 dicembre, la pagina a favore di Panzeca.

Una condivisione di ideali che traspare dai pochi commenti rilasciati qua e là in appena due giorni.

«Forza prof, non molli» si legge. E ancora: «Se si vuole cambiare veramente questa società corrotta bisogna avere il coraggio di stare con lui, essere un’unica voce, un grido che viene da lontano da rimbombare fino ad essere assordante. Prof. Panzeca la stimo tantissimo».

L’immagine scelta rappresenta l’intera Facoltà di Architettura dominata dalla scritta in grigio e nero Io sto con Tito.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.