«Ai rappresentanti del settore scientifico-disciplinare di Linguistica italiana (L-FIL-LET/12) dell’Università degli studi di Palermo, per il loro prolungato impegno nella realizzazione dell’Atlante linguistico della Sicilia, progetto di altissimo profilo scientifico, tra i più avanzati nel campo della geo – sociolinguistica europea. Tale impegno è testimoniato dagli oltre quaranta volumi prodotti nel corso degli ultimi venti anni, per la cui eccellenza i rappresentanti del settore di Linguistica italiana di Palermo sono risultati i primi in Italia nell’ambito della valutazione ministeriale della qualità della ricerca (VQR 2013)».

Con questa motivazione, su segnalazione del rettore, quest’anno il Riconoscimento per la ricerca scientifica è stato assegnato dall’Osservatorio per la legalità “Giuseppe La Franca” al settore scientifico-disciplinare di linguistica italiana del nostro ateneo. Il premio viene assegnato ogni anno, in collaborazione con il nostro Ateneo, per valorizzare l’impegno ed i significativi risultati conseguiti nell’ambito della ricerca in Sicilia. Il gruppo dei docenti di linguistica italiana si distingue anche per l’attenzione ad una didattica di qualità, mai scissa dalla ricerca scientifica più avanzata, che mira a coinvolgere e incoraggiare gli studenti verso percorsi autonomi e originali.

Il settore ha, inoltre, saputo produrre un significativo modello di valorizzazione e attenzione al territorio, espresso, negli anni più recenti, dal lavoro svolto dalla Scuola di lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo, realtà nata nel 2006 grazie all’impegno attivo dei rappresentanti del settore di linguistica italiana e alla passione, coniugata con un estremo rigore professionale, di decine di giovani insegnanti la cui condizione di precari chiama in causa ancora una volta la gestione delle politiche di istruzione e formazione nel nostro Paese.

La Scuola ha offerto in questi anni un importante contributo all’avvio del processo di internazionalizzazione dell’Ateneo palermitano, con il coinvolgimento di aree strategiche come l’Asia, nonché allo sviluppo di progetti di inclusione linguistica e sociale per immigrati adulti, donne e bambini. Il premio viene assegnato ogni anno, in collaborazione con il nostro Ateneo, per valorizzare l’impegno ed i significativi risultati conseguiti nell’ambito della ricerca in Sicilia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.