• Quando studiate partite dal presupposto che una volta che sarete sul mercato del lavoro il vostro primo obiettivo dovrà essere quello di creare lavoro e non semplicemente cercarlo. Ciò non significa che tutti dovranno essere imprenditori, ma provate almeno a cambiare prospettiva.
  • Prima di dedicare anima e corpo ad un vostro progetto cercate prima di capire se è economicamente sostenibile e se fin da subito potrà produrre ricchezza sufficiente per finanziare il vostro sogno. Diversamente non si tratta di lavoro, ma di hobby!
  • Dimenticate finanziamenti pubblici, prestiti a fondo perduto e tutta questa roba…per essere dei veri imprenditori (anche piccolissimi) occorre rischiare inizialmente il proprio denaro ed i vostri risparmi.
  • Non abbiate paura di fallire. Se il vostro primo progetto non avrà successo non disperate perché si tratta sempre di esperienza acquisita. Recuperate le forze (e il denaro) e provate con altro.
  • Vivete in un piccolo paese della Sicilia? Non importa. Con le moderne tecnologie di comunicazione avrai le stesse opportunità di un ragazzo che lavora da Milano o New York. Se vi sentite in qualche modo svantaggiati sono complessi di inferiorità vostri.
  • Ricordati che siete sempre al centro del mondo anche quando si tratta di selezionare i vostri collaboratori. Potrete collaborare con un programmatore in India e un esperto sistemista a Milano comodamente dal vostro ufficio di Palermo.
  • Avete pochi soldi per iniziare? Non importa, per creare un servizio su Web (anche in bozza) basta poco. Se la vostra idea avrà successo faranno la fila per finanziarla.
  • Avete avuto successo? Selezionate con cautela i vostri finanziatori, potreste ritrovarvi a lavorare per la vostra creatura anche quando le vostre decisioni non conteranno più perché in minoranza!
  • Ricordatevi che siete in buona compagnia. A Palermo ci sono aziende di successo che hanno ormai varcato i confini italiani ed europei!
  • Anche nei momenti difficili spargete l’ottimismo. La cattiva notizia fa sempre più audience di quella positiva e se vi limiterete a vedere il mondo solo attraverso TV e giornali vi sembrerà di andare sempre peggio. Piangersi addosso non serve a nulla quindi occorre rimboccarsi le maniche!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.