Abbiamo scovato su Youtube un video caricato il giorno di Natale in cui un gruppo di studenti di Psicologia dell’Università di Palermo in visita a Portland, nello stato dell’Oregon, in cui hanno preso parte al progetto Messaggeri della Conoscenza per approfondire argomenti inerenti al corso di studi intrapreso, fanno un resoconto dell’intero periodo di studi all’estero. E il bilancio, come si può ben intuire, è più che soddisfacente.

Tutti i ragazzi infatti, con gli occhi pieni di gioia e voglia famelica di novità, concordano su un punto: un’esperienza di questo tipo cambia la vita e tutti, almeno una volta, devono provare l’ebbrezza di volare e vivere oltreoceano. «Questo è stato il viaggio per eccellenza – dice Daniela Macaluso -, un’esperienza irripetibile sotto ogni aspetto. Vivere all’estero è un sogno, ti apre gli occhi, ti fa conoscere nuovi orizzonti».

Certo all’inizio ci si sente un po’ spaesati ma, come dire, il gioco vale la candela. «Ti senti catapultato in un altro universo – racconta Davide Camarda -. Lo shock culturale è fortissimo tuttavia non si può non pensare che ne valga stramaledettamente la pena». E c’è anche chi si è già innamorato della città. «Portland è molto accogliente – dice Vera Sanfratello -. Io vivrei qui solo per i colori autunnali e per questo verde che domina ogni cosa». E ancora: «Andare all’università camminando in mezzo agli scoiattoli – aggiunge Emanuela Miraglia – per me è stata un’esperienza del tutto sorprendente».

I ragazzi infine, rivolgendosi ai colleghi dell’ateneo palermitano, tengono a precisare: «Una cosa va detta – concludono – non lamentiamoci delle materie in inglese alla magistrale perché ci siamo accorti, stando qui, che sono estremamente importanti. Studiate le lingue, sono le chiavi d’accesso a tutte le opportunità».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.