Arriva il Calendario delle Studentesse, edizione 2014. Un mix tra sensualità, gioco di sguardi e impegno sociale. Sono in venti le ragazze che hanno posato per i dodici scatti bollenti in cui a dominare è la battaglia contro la violenza sulle donne, fenomeno che, nonostante l’inasprimento delle pene, è in forte crescita nella nostra nazione.

Trecentosessantacinque giorni, dunque, in cui non è solo la bellezza femminile ad essere esaltata, ma anche ideali di libertà, giustizia, e solidarietà. Le foto portano la firma di celebri fotografi che ritraggono donne combattive ed energiche, ben lontane dalle immagini della donna oggetto silenziosa e passiva, che si mostrano nude con naturalezza all’occhio dello spettatore.

Alcune delle fotografie, inoltre, contengono forti provocazioni. È il caso, ad esempio, dello scatto di agosto in cui una donna taglia con le forbici il niqab che indossa in segno di ribellione ai vincoli religiosi. E se a novembre tre ragazze in topless dicono no alla condizione della donna oggetto, a settembre si mostrano tutte nude piene di scritte sulla pelle.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.