Pubblichiamo una nota scritta da Carlotta Provenza della Rum sulle strutture di raccordo:

«La Struttura di raccordo o Scuola è un nuovo organo che nasce dall’attuazione della Legge Gelmini.

La Struttura di raccordo:

  • coordina e razionalizza le attività didattiche dei Dipartimenti.
  • si occupa della gestione dei servizi comuni, dell’organizzazione delle strutture assistenziali, ove presenti, nonché delle tipologie di attività che prevedano il raccordo delle strutture dipartimentali e dell’organizzazione degli studi.
  • promuove le interazioni e le sinergie delle attività didattiche tra i Dipartimenti anche in direzione delle tematiche interdisciplinari già individuate nel Piano strategico di Ateneo.
  • propone al Consiglio di Amministrazione l’istituzione, l’attivazione e la soppressione dei corsi di studio sulla base delle proposte dei Dipartimenti. Nella fase di attuazione dell’attività didattica, la Struttura di raccordo coordina l’organizzazione di attività formative relative a più corsi di studio
  • adotta un regolamento che definisce le procedure gestionali dei singoli corsi di studio di competenza, ivi comprese le afferenze dei docenti e le loro variazioni in relazione alla programmazione didattica coordinata, il supporto amministrativo e la gestione dei servizi comuni nonché delle attività didattiche correlate.
  • coordina le richieste di finanziamento necessarie al funzionamento della struttura medesima, degli spazi e delle strutture comuni, ivi compresi aule, biblioteche e laboratori didattici, e assicura il rispetto degli impegni sulla fruizione di strutture e di servizi assunti dai dipartimenti in sede di formulazione e ne vigila l’attuazione in sede di attivazione dell’offerta formativa.
  • organizza le risorse umane, le strutture e i servizi ad essa destinati.

Ogni Struttura di raccordo coordina un numero di corsi di laurea, lauree magistrali e dottorati. E’ istituita presso la Struttura di raccordo la Commissione paritetica Docenti-Studenti con il compito di monitorare l’offerta formativa, la qualità della didattica e dei servizi offerti agli studenti e di individuare gli indicatori per l’autovalutazione della Struttura di raccordo.

La Struttura di raccordo è composta da:

  • il Presidente,
  • il Presidente Vicario,
  • i Direttori di Dipartimento che vi partecipano
  • una rappresentanza di docenti, (i coordinatori dei corsi di studio),
  • una rappresentanza degli studenti afferenti alla Struttura di raccordo.

Le Scuole sono:

  1. Scuola delle Scienze di Base e Applicate; (rappresentanti : Andrea Conte, Ciro Muscarello,Armando Virzì)
  2. Scuola Politecnica, (rappresentanti : Giulia Passavanti)
  3. Scuola di Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali, ( rappresentanti : Riccardo Lo Bue)
  4. Scuola di Medicina e Chirurgia,
  5. Scuola delle Scienze umane e del patrimonio culturale».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.