Pubblichiamo una nota di Salvo Di Chiara, dell’associazione Rum:

«In data 7 marzo 2014, la Rete Universitaria Mediterranea e ContrariaMente hanno protocollato presso la segreteria della Scuola delle Scienze giuridiche ed economico-sociali dell’Università di Palermo la richiesta di avvio per l’iter di intitolazione dell’Atrio di Giurisprudenza a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

I due magistrati uccisi nel 1992 da Cosa Nostra si sono laureati presso la Facoltà di Giurisprudenza di Palermo rispettivamente nel 1961 e nel 1962. Hanno calcato giornalmente l’atrio di via Maqueda e in quel luogo hanno passato gran parte della loro vita universitaria, proprio come oggi migliaia di studenti. In quell’atrio hanno cominciato a progettare il loro percorso professionale ed a meditare sul loro futuro.

Questo è sicuramente per l’Università di Palermo motivo di vanto. In tutto il mondo, Falcone e Borsellino rappresentano il simbolo della lotta alla criminalità organizzata. Ci sembrava doveroso che il suggestivo atrio della Casa dei Padri Teatini in San Giuseppe, sede del corso di laurea in Giurisprudenza, fosse intitolato ai due eroi palermitani.

Già le aule principali delle Facoltà di Giurisprudenza de La Sapienza di Roma e dell’Università di Brescia portano il nome di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

“Abbiamo riflettuto sul fatto che mancasse uno spazio dedicato a Falcone e Borsellino e abbiamo pensato di presentare la richiesta per avviare immediatamente l’iter per l’intitolazione dell’atrio”, afferma Salvo Di Chiara, presidente della Rete Universitaria Mediterranea.

“La richiesta prevede che la cerimonia d’intitolazione avvenga il 23 maggio, durante le celebrazioni in onore di Giovanni Falcone – dichiara Sabrina Sanzone, presidente di ContrariaMente, – Sarà un grande evento di sensibilizzazione per la cittadinanza e per il mondo accademico soprattutto”.

La proposta dovrà essere approvata dal Consiglio di Scuola e successivamente dal Senato Accademico e dal CdA dell’Università».

2 Risposte

  1. Roberto E.P.

    Condivido in pieno l’idea. Anzi da studente di Giurisprudenza propongo che il monumento posto accanto le scale dell’aula magna (in ricordo dei tanti uomini laureati presso questa facoltà caduti nella lotta alla mafia) sia posto in posizione più visibile… Ad esempio al centro dell’atrio della facoltà che mi auguro al piu presto diventi atrio “Falcone e Borsellino.”

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.