Quest’anno ricorre il decimo anniversario della canonizzazione di S. Daniele Comboni. Il 5 ottobre 2003 Comboni è stato proclamato Santo e proposto come testimone missionario esemplare da seguire, in particolare per il suo sconfinato amore all’Africa. Sia Giovanni Paolo II che l’ha canonizzato, che Benedetto XVI, lo hanno dichiarato patrono dell’Africa.

In questa ricorrenza, la famiglia comboniana, che raggruppa sacerdoti e fratelli comboniani, suore comboniane, laici comboniani e secolari comboniane, ha pensato di fare memoria dell’evento organizzando un incontro nell’aula magna della facoltà di Ingegneria il 13 marzo prossimo.

Il tema dell’incontro è significativo: Il coraggio della speranza nell’Africa di ieri e di oggi.

Occorreva coraggio credere nell’Africa ai tempi del Comboni, siamo alla metà del 1800, quando qualcuno pensava che gli africani fossero persone di categoria B o senz’anima. Occorre coraggio anche oggi credere che gli africani sono gli artefici del loro domani. C’è troppo spesso un’idea negativa dell’Africa: fame, guerra, povertà, malattie. L’Africa, invece, è ricca di risorse non solo materiali, ma umane. Solo che è impoverita da sfruttamento, oppressioni e furti.

I relatori della tavola rotonda sono persone che conoscono profondamente l’Africa pur nella sua complessità e l’amano. P. Alex Zanotelli comboniano, giornalista e attento conoscitore dell’Africa ma che soprattutto che ha fatto missione in Africa e ora la sta facendo oggi qui in Italia; Jean Leonard Touadi, politico, accademico, giornalista e scrittore, originario del Congo Brazaville, primo parlamentare italiano di colore, ha collaborato con la Rai per iniziative televisive e radiofoniche a favore dell’intercultura. Modererà l’incontro Salvo Vaccaro, professore di Filosofia polica presso l’Università degli Studi di Palermo.

È augurabile che molti/moltissimi possano partecipare a questo incontro del 13 marzo alle ore 17:30 nell’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria a Palermo. Avranno un’idea più completa e forse nuova dell’Africa e scopriranno, come diceva il Cardinal Martini, quanto Comboni sia stato un pioniere in campo missionario, che ha addirittura anticipato il Concilio Vaticano II: non solo per l’evangelizzazione, ma anche per quanto riguarda la promozione umana; promuovendo un’azione che non fosse solo operare per l’altro, ma soprattutto con l’altro; sintetizzato nel progetto del: salvare l’Africa con l’Africa.

L’incontro è inserito nel programma dei festeggiamenti per i 15 anni di Banca Etica.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.