«Il Sud merita di avere, anche con onore, le proprie università e il proprio mondo accademico. La difesa del Sud comincia dalla difesa dei propri atenei».

A dirlo con forza, difendendo a spada tratta le università meridionali, è il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, nel Teatro Petruzzelli di Bari all’inaugurazione dell’anno accademico 2013-2014 dell’Università degli studi ‘Aldo Moro’.

A proposito dei tagli previsti per le università del Sud Italia, il governatore ha sottolineato che «è stata fatta una grande scorrettezza intorno alle nostre università scaturita dal pregiudizio anti-meridionalista. Gli atenei del Sud sono stati umiliati e raccontati come luoghi di corruzione e di sperpero».

«Negli anni della crisi – ha concluso – l’università e la scuola sono state considerate come spesa parassitaria. E invece essa è la rivelazione della nostra povertà culturale. Investire in cultura e formazione è la prima regola quando c’è la crisi».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.