All’Università degli Studi di Palermo giunge una “comoda” novità, a pochi mesi dall’inizio della sessione di laurea estiva.

Aprite le orecchie cari e giovani accademici in procinto di concludere la carriera universitaria: non sarà più necessario presentare la domanda cartacea di laurea e il libretto universitario.

Il senato accademico, lo scorso 18 marzo, ha deliberato in materia e stabilito che gli studenti dovranno inserire la tesi di laurea in formato elettronico dal portale studenti firmata digitalmente sia dal candidato che dal relatore.

Il libretto universitario, che dovrà essere esibito al personale di segreteria solo su richiesta, potrà invece essere custodito dallo studente. Un’opportunità ghiotta che renderà di certo gli studenti felici, risparmiando loro ore e lunghe code in segreteria e un dolce ricordo degli anni universitaria con la custodia del mitico libretto blu, sede di gioie e dolori.

Permane tuttavia l’obbligo della compilazione informatica e del pagamento del MAV nei periodi fissati dal cronoprogramma: 1-20 gennaio per la sessione straordinaria; 1-20 maggio per la sessione estiva; 1-20 luglio per la sessione autunnale.

1 risposta

  1. Fulvio

    Attenzione alla frase “firmata digitalmente sia dal candidato che dal relatore”. Si intende che l’upload della tesi, dopo aver effettuato il login con le proprie credenziali, equivale ad una firma elettronica. Analogamente per quanto riguarda il docente che avrà una apposita funzionalità di validazione delle tesi nel portale della didattica. Quindi né lo studente né il relatore devono essere dotati di kit di firma elettronica o cose simili.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.