Le associazioni ADI, ADU, ANDU, ARTeD, CIPUR, CISL-Università, CNRU, CNU, CONFSAL-CISAPUNI-SNALS, CoNPAss, CSA-CISAL Università, FLC-CGIL, LINK, RETE29Aprile, SNALS-Docenti, SUN-Universitas News, UDU, UGL-INTESA FP e UIL RUA lanciano un appello al rettore dell’Università di Palermo, Roberto Lagalla, e chiedono di attivarsi per sostenere un’iniziativa, la settimana dell’orgoglio universitario, che si svolgerà dal 12 al 17 maggio.

Ecco il testo della lettera indirizzata a Lagalla:

«Egregio Rettore,

come Lei certamente sa, il Coordinamento delle Organizzazioni universitarie, che riunisce associazioni e sindacati rappresentativi di tutte le componenti (professori, ricercatori, tecnico-amministrativi, precari, studenti), da molto tempo manifesta fortissima preoccupazione per come ricerca e alta formazione vengono fatte percepire nel nostro Paese. Infatti l’opinione pubblica viene continuamente bombardata da opinioni tendenziose in base alle quali gli Atenei sarebbero – oltre che luogo di ogni nefandezza – sostanzialmente inutili, un lusso che non ci si può più consentire.

Questa perdita di ruolo e di prestigio della funzione della ricerca e dell’alta formazione ha innescato una vorticosa e distruttiva spirale, che con ogni evidenza punta al collasso del Sistema. Il fatto è che l’innovazione, la riflessione critica e i saperi di oggi e di domani che si formano ogni giorno dentro i nostri Atenei si svolgono in modo oscuro, troppo oscuro e invisibile agli occhi di chi nell’Università non studia o non lavora.

Se nei prossimi mesi il Sistema universitario non saprà mostrare alla Società l’importanza e la centralità di questi temi, il futuro non potrà che riservare continui tagli, fino allo smantellamento dei principali contrafforti del Sistema universitario, che è  anche un fondamentale baluardo di cittadinanza consapevole e attiva.

Muovendo da queste premesse il Coordinamento delle Organizzazioni universitarie ha deciso di promuovere l’iniziativa Unipertutti, nella convinzione che sia necessario tornare a saldare Società e Università, e che la miglior “pubblicità” per i nostri Atenei sia mostrare al pubblico la passione, le capacità e le competenze di chi ogni giorno svolge un lavoro fondamentale per tutti.

Per questo stiamo chiamando ad attivarsi tutte le Componenti universitarie in una sorta di “Settimana dell’orgoglio universitario” (12-17 maggio) nella quale si cercherà di riportare l’alta formazione e la ricerca all’attenzione dell’opinione pubblica.

Per questi motivi saremmo lieti se anche il Suo Ateneo volesse comunicarci un apprezzamento dell’iniziativa. La preghiamo, inoltre, di portare a conoscenza della stessa iniziativa quanti studiano e operano nel Suo Ateneo».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.