“Stop alla tortura”. Questo il nome della nuova campagna lanciata da Amnesty International, che sarà presentata mercoledì 21 maggio, alle 18:00, presso il dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, in piazza Bologni, a Palermo, nell’ambito della Notte Bianca dei Diritti.

La giornata, organizzata dalla Rete Universitaria Mediterranea, con il sostegno del dipartimento di Studi su Politica, Diritto e Società dell’Università degli Studi di Palermo, vedrà l’intervento di Lucia Uva che parlerà della terribile esperienza della perdita di suo fratello Giuseppe.

Nonostante il 10 dicembre 1984 l’Onu abbia adottato la Convenzione contro la tortura, vietando uno degli atti più terribili che un essere umano possa commettere contro un altro essere umano, molti governi hanno permesso che ciò accadesse.

Obiettivo dell’iniziativa è portare alla luce dell’opinione pubblica questi accadimenti, come primo passo verso la trasparenza per far sì che le istituzioni di ogni parte del mondo operino nel rispetto dei diritti umani.

Interverranno il rettore Roberto LagallaAldo Schiavello, docente di Filosofia del diritto; Giuseppe Verde, direttore del dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport; Francesco Greco, presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo; Giuseppe Provenza, coordinamento Europa Amnesty International; Liliana Maniscalco, responsabile regionale di Amnesty; Giacomo De Leo, prorettore alla Ricerca e professore ordinario presso Medicina e Chirurgia.

Modererà Sabrina Sanzone, presidente dell’associazione ContrariaMente Rum.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.