Un flash mob presso la Facoltà di Medicina contro la situazione in cui versano gli specializzandi con contratto regionale.

Una mobilitazione che si è svolta contemporaneamente in diverse città italiane e che a Palermo ha visto studenti e aspiranti medici organizzarsi in un flash mob davanti l’ingresso delle aule Nuove del Policlinico Paolo Giaccone, in via Parlavecchio, con lo scopo di sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica e far comprendere quali sono «i medici a cui questa società sta rinunciando».

Camici appesi, cartelli e manifesti con la scritta «la scritta la vostra salute nelle nostre mani, il nostro futuro nelle vostre decisioni» per accendere l’attenzione sul problema che in Sicilia è reso più grave dal mancato reperimento di risorse per specializzandi medici, aspiranti tali e specializzandi non medici.

Un’iniziativa che ha dato il via alla campagna “#svoltiamolasanità”, attraverso cui, oltre all’adeguata programmazione dei corsi, i giovani corsisti chiedono accesso alle Facoltà di Medicina e Chirurgia in base a numero programmato, più fondi per la programmazione post-laurea e lo sblocco del turn over.
Foto di Gigi Petyx 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.