Pubblicati sulla più importante rivista scientifica del mondo nel settore dell’Ingegneria informatica, Ieee Transactions on Computers, due articoli sui coprocessori grafici basati sulle applicazioni dell’Algebra di Clifford.

Il gruppo di lavoro sulle architetture innovative – i cui ricercatori afferiscono al Dibimef ed al Dicgim – formato da Silvia Franchini, Antonio Gentile, Filippo Sorbello, Giorgio Vassallo, Salvatore Vitabile ha messo a punto una innovativa rappresentazione degli elementi dell’algebra e realizzato il prototipo del relativo coprocessore grafico, prima architettura circuitale conosciuta, che dà diretto supporto alle operazioni di Clifford fino a cinque dimensioni.

I risultati sperimentali ottenuti hanno mostrato un notevole incremento della velocità di esecuzione rispetto alle tradizionali precedenti soluzioni. Importanti le ricadute industriali nel dominio della grafica al computer e della robotica.

Il primo articolo è stato pubblicato nel dicembre 2013. Il secondo, in fase di stampa, focalizza l’attenzione sui risultati ottenuti elaborando immagini mediche in due e tre dimensioni.

Negli ultimi anni, l’algebra di Clifford, (o algebra geometrica) ha riscosso crescente interesse all’interno della comunità scientifica, per il suo formalismo – semplice e potente – che consente una versatile rappresentazione della geometria.

Importanti e innovative le applicazioni nel campo della grafica al computer per le quali le scelte, portate avanti dal gruppo di lavoro, ricadono in una realtà a cinque dimensioni.

L’uso dell’algebra di Clifford a più dimensioni richiede per una maggiore efficienza, il supporto di coprocessori grafici dedicati.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.