Prima o poi capita a tutti, anche agli animali da biblioteca, di imbattersi in un periodo in cui la voglia di stare sui libri decresce giorno per giorno fino a non riuscire più a trovare la forza e la motivazione per studiare. E in quei momenti, che possono essere più o meno lunghi, succede quasi a tutti di chiedersi come fare a proseguire fino al fatidico giorno della laurea.

Come riporta il sito di Studentiuniversità, ad essere maggiormente colpiti da una forte svogliatezza sono gli studenti di un’età compresa tra i 26 e 30 anni, coloro che devono affrontare un esame particolarmente difficile, soprattutto se verso la fine del percorso di studi e se fuori corso (situazione che accresce il proprio senso di estraneità al mondo universitario).

Cosa fare allora in questi casi? Ecco dieci consigli per affrontare e superare al meglio il “blocco dello studente”:

  1. Prova a cambiare ambiente. Se studi in casa vai in biblioteca, se già vai in biblioteca, cambiala. Cambiare luogo riattiva soprattutto all’inizio un certo desiderio e interesse per lo studio.
  2. Studia in gruppo. Studiare in compagna dà forte energia ed è importante per darsi sostegno a vicenda.
  3. Utilizza al meglio le tue capacità. Ognuno di noi è forte in qualcosa. Sfrutta le tue qualità soprattutto in gruppo e riceverai dagli altri lo stesso trattamento.
  4. Mantieni un atteggiamento positivo.Inutile lamentarsi e lagnarsi di tutto continuamente. Avere un atteggiamento propositivo aiuta a migliorare le tue convinzioni sulla fattibilità di un esame.
  5. Utilizza i colloqui col professore. Non farlo per farti vedere ma per capire davvero ciò che ti sfugge.
  6. Simula interrogazioni o prove d’esame nel modo corretto. Preparati sui testi e dispense e dopo integra con le prove d’esame.
  7. Ascolta gli orali prima della tua sessione. Questo ti aiuterà a capire che domande fa il professore di turno e trovare magari anche nuovi alleati (tra chi non lo passa) per la prossima sessione.
  8. Alterna studio a divertimento. Un caffè o una birra ogni tanto a volte è più utile di una notte di studio.
  9. Non studiare mai 24 ore prima dell’esame. Ciò genera inutile stress e tensione. Festeggia l’esame, magari con gli stessi compagni di studio per mantenere un bel ricordo dell’evento.

Non resta che aggiungere un pizzico di fortuna. E in bocca al lupo a tutti!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.