Il comitato “Università e Ricerca” organizza un convegno su “Università, Ricerca, Sviluppo Locale” per discutere sulle interazioni fra il contesto accademico e il contesto territoriale.

In che modo il mondo delle istituzioni territoriali possono fungere da trampolino per il mondo academico e il mondo della ricerca? In che modo, al contrario, l’università, la ricerca, possono essere punto di riferimento per l’applicazione di contenuti innovativi per una maggiore efficienza, all’interno delle strutture pubbliche?

Il convegno si terrà presso sala delle Lapidi giorno 4 luglio alle 17:30, sarà moderato da Alessandro Bruno, Dottore di Ricerca e rappresentante degli assegnisti di ricerca in Senato Accademico.

All’evento saranno presenti diversi relatori del mondo accademico e del mondo politico istituzionale: Prof. Giovanni Fiandaca, Prof. Enrico Napoli, Prof. Gaetano Armao, On. Giovanni Panepinto, Fausto Raciti, il Sindaco di Palermo e Presidente ANCI Sicilia, Leoluca Orlando.

È stato dato un ruolo centrale anche ad alcune startup e spinoff universitari locali che hanno ricevuto riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale: InformAmuse S.r.l, SbSkin, E.lab s.r.l., Sprawl Design Industries.

«L’obiettivo – dicono gli organizzatori – non è solo discutere di tematiche importanti per la nostra terra, ma proporre soluzioni a tutti i livelli in un’ottica di rilancio della Sicilia: a livello Europeo (fondi strutturali e Horizon 2020), a livello regionale (maggiore interazione tra ANCI, Assessorato alla Formazione, Mondo Accademico), a livello Locale (interazione tra i dipartimenti degli atenei siciliani e le amministrazioni comunali). Proprio per questo proporremo, su esempio di regioni come la toscana, la costituzione di un Osservatorio Permanente per la Ricerca, che abbia come obiettivo primo la collaborazine tra il Contesto territoriale e il mondo della Ricerca».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.