Sciolto ogni dubbio sulla possibilità di sostenere esami presso l’Università degli Studi di Palermo durante il periodo Erasmus.

Durante una recente seduta del Senato accademico, infatti, la professoressa Florena ha posto un’interrogazione sugli studenti vincitori del bando Erasmus (ad esempio, quegli studenti che partono a settembre e tornano a dicembre).

La risposta: sono validi gli esami sostenuti nell’Ateneo palermitano che appartengono ad anni accademici precedenti a quello in cui è stato vinto l’Erasmus.

Per gli esami sostenuti nell’Ateneo palermitano, però, bisogna avere maturato la frequenza delle lezioni prima dell’inizio del periodo Erasmus.

In pratica, come sostenuto da Vivere Ateneo, «tutto ciò che nel bando Erasmus non è espressamente vietato, è consentito».

Per la Rete Universitaria Mediterranea, infine, si tratta di una risposta «pressoché scontata».

2 Risposte

  1. simona

    salve, vorrei una informazione. io dovrò partire da febbraio a giugno del 2015 e sono del quarto anno. a luglio potrò sostenere tutti gli esami del quarto anno o solo quelli di cui ho maturato la frequenza? inoltre mi sarà possibile usufruire dell’appello di settembre per tutte le materie del quarto o solo per quelle del primo semestre? premetto che sono di giurisprudenza e non ho frequenza obbligatoria per nessuna materia.

    Rispondi
  2. simona

    piccola correzione: attualmente sono del terzo anno, nell’anno della mia partenza erasmus sarò del quarto.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.