Sta facendo il giro del mondo, scatendando l’ira e l’indignazione degli utenti dei social network, una foto che ritrae gli studenti della Facoltà di Agraria dell’Università di Kasetsart, a Bangkok  in Thailandia, intenti a sostenere una prova scritta con la testa infilata in un curioso copricapo di carta, una sorta di cappello con paraocchi, ideato ad hoc per non permettere di copiare.

I giovani accademici dovevano svolgere un importante esame.

Magari qualcuno si era portato qualche bel “fogliettino” per copiare o far copiare. Non potevano di certo immaginare che i docenti avevano messo a punto un sistema infallibile anti-copia.

L’ateneo thailandese è finito al centro di una vera e propria bufera, accusato di aver leso la dignità dei suoi iscritti, ma dall’istituto non sono tardate ad arrivare le dovute spiegazioni.

Chi non ha mai avuto la tentazione di copiare il compito del vicino di banco?

Il consiglio di amministrazione dell’Università ha dichiarato di non voler umiliare affatto gli studenti ma questo sistema era necessario perché la stanza era troppo piccola.

E voi che ne pensate?

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.