Prorogato il termine delle iscrizioni all’Università degli Studi di Palermo. Nonostante nella giornata del 19 agosto i candidati ai test d’ingresso presso Unipa fossero già 16136 (il 35 percento in più dell’anno scorso), l’Ateneo ha deciso di procrastinare di qualche giorno la data ultima per iscriversi presso l’università del capoluogo siciliano.

Ci sarà tempo fino al 26 agosto alle 17:00 per candidarsi all’accesso ai 9577 posti. «Un dato – commenta il rettore, Roberto Lagalla – che conferma un crescente interesse per le opportunità formative del nostro Ateneo e che ci impegna a migliorare sempre di più didattica, ricerca, servizi agli studenti».

Quest’anno debuttano le cinque Scuole, che hanno aggregato le vecchie dodici facoltà. I corsi più gettonati al momento sono quelli proposti da Medicina e Chirurgia, dove sono già 2.583 i candidati a fronte di 435 posti a disposizione: in sostanza quasi sei candidati per posto.

Seguono i corsi della Scuola di Scienze di base e applicate (4045 candidati per 1358 posti, poco meno di 3 candidati per posto); poi quelli della Scuola di Scienze umane e del Patrimonio culturale (4693 iscritti per 3032 posti, sostanzialmente un candidato e mezzo per posto). Più basso, al momento, il tasso di partecipazione ai test per i corsi della Scuola Politecnica (2688 per 2479 posti) e per quelli della Scuola di Scienze giuridiche ed economico-sociali (2127 candidati per 2273 posti a disposizione).

L’offerta formativa 2014/2015 costituisce una sostanziale conferma di quella del precedente anno accademico e contiene 117 corsi di studio già presenti l’anno scorso e i seguenti 5 nuovi corsi di studio: Assistenza sanitaria (Laurea di durata triennale); Ortottica ed oftalmologia (Laurea di durata triennale); Scienze infermieristiche e ostetriche (Laurea magistrale di durata biennale); Scienze e Ingegneria dei Materiali (Laurea magistrale di durata biennale); Informatica (Laurea magistrale di durata biennale). In tutto quindi 122. Ma è soltanto il primo livello della formazione (costituita da 52 lauree triennali e da 9 lauree magistrali a ciclo unico) a essere sottoposta all’accesso a numero chiuso, e quindi ai test di ingresso. Le 9 magistrali a ciclo unico sono Chimica e Tecnologie farmaceutiche, Conservazione e restauro dei Beni culturali, Farmacia, Giurisprudenza, Scienze della Formazione primaria più le 4 con programmazione nazionale degli accessi i cui test si sono già svolti ad aprile scorso: Architettura (per la quale si sono registrati 465 partecipanti); Medicina e Chirurgia e Odontoiatria (2.853 partecipanti) e Ingegneria Edile-Architettura (122 candidati). Nei 9.577 posti messi adesso a concorso non rientrano quindi quelli dei 4 corsi di laurea a programmazione nazionale.

«L’adozione del numero chiuso per tutte le cinque Scuole dell’Ateneo palermitano – dice Vito Ferro, prorettore vicario e delegato del rettore alla Didattica – costituisce una scelta precisa derivante dai limiti imposti dalla vigente normativa, che mette in relazione il numero di studenti immatricolabili in relazione alle risorse umane e di strutture disponibili. Ovviamente, quindi, per l’anno accademico 2014/2015 non sono possibili immatricolazioni di studenti oltre i 9.577 posti disponibili e, pertanto, non sarà possibile trovare alcuna collocazione per chi non conquista uno dei posti messi a concorso. Pertanto, raccomando agli aspiranti studenti di prepararsi adeguatamente e di vagliare con attenzione più possibilità di accesso, leggendo con attenzione i bandi».

La crescita del numero di candidati ai test è un fenomeno tanto più notevole, se si considera che rispetto allo scorso anno accademico è drasticamente diminuito il numero di bandi con i quali si partecipa al concorso per l’accesso a un solo corso di studio. La maggior parte dei bandi prevede infatti la possibilità, pagando un solo contributo, di partecipare a un certo numero di prove, che varia da Scuola a Scuola e arriva fino a 10.

«Il dato attuale della Scuola Politecnica – conclude Ferro – risente certamente della circostanza che un bando consente l’accesso a ben dieci corsi di laurea di Ingegneria, mentre per la Scuola di Scienze giuridiche ed Economico-sociali il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza registra, al momento, uno squilibrio di scelte tra la sede di Palermo e le due sedi decentrate di Agrigento e Trapani, dove c’è una partecipazione molto più bassa».

2 Risposte

  1. alessandro provenzano

    Mi ha fatto comodo la proroga perche’ non avevo fatto in tempo. Non capisco pero’ petche’ alla data del 22 del 22 agosto sul sito unipa per l’iscrizione la risposta e’: non e’ possibile partecipare al corso selezionato?

    Rispondi
  2. Peppe

    Oggi è l’11 settembre, so di essere in ritardo, Qualcuno sa dirmi se è ancora possibile iscriversi ai test x la triennale in educatore di comunità??

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.