In questi mesi e in particolare in queste ultime settimane abbiamo assistito ad uno spettacolo poco edificante per la nostra regione.

Il tanto atteso Piano Giovani, annunciato come un punto focale delle politiche di governo per il rilancio dei giovani nel mondo del lavoro sta mostrando, al contrario, quanto il mondo politico e le strutture di governo siano lontane dalla società, dalla realtà: mentre gli assessorati e i dirigenti si fanno la guerra, giungiamo, solo dopo il secondo avviso, ad un azzeramento totale di quanto detto e fatto sino ad ora. Per me non è una novità.

Da più di un anno con i dottorandi e gli assegnisti dell’università di Palermo abbiamo cercato invano un’interazione con l’assessorato regionale alla formazione riguardo lo sblocco delle misure della Sovvenzione Globale Sicilia Futuro (appartenente tra l’altro alla vecchia programmazione 2007/2013) che permetterebbero di stanziare decine di milioni di euro per assegni di ricerca, dottorati di ricerca e borse di formazione post laurea.

Il concetto di rivoluzione credo sia poco chiaro a questo punto.

1 risposta

  1. rita

    Guardate come ognuno tira pe sè… ma dove si va tutti egocentrati? Allo sbando totale.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.