«A vincere il “campionato della convenienza” e a offrire i prezzi più economici agli studenti fuori sede sono le due città siciliane che ospitano i maggiori atenei della Sicilia, ovvero Palermo e Catania, dove per una singola bastano meno di 200 euro».

Così si legge in questo post pubblicato il 29 agosto scorso sul blog di Immobiliare.it, dedicato al costo degli affitti delle stanze per gli studenti fuori sede.

Una cifra non da poco se si pensa che «la media italiana per una stanza singola è di 380 euro come canone di locazione mensile, mentre per occupare con un’altra persona una camera doppia ne servono 280», come si legge sempre sul sito del portale degli annunci immobiliari.

Non è affatto una sorpresa, invece, invece trovare in testa alla classifica delle più care Milano, dove «per una singola servono mediamente 480 euro, per una doppia sono richiesti 320 euro». Al secondo posto c’è Roma «con un affitto medio per la stanza singola di 410 euro e di 300 per la doppia in condivisione».

Dopodiché, scorrendo la classifica, troviamo Firenze, Bologna e Torino.

Infine, interessante constatare l’incremento dei lavoratori fuori sede che puntano all’affitto di una stanza, magari dividendo l’appartamento con gli studenti, nonché l’aumento del fenomeno degli affitti condivisi, dove il proprietario divide la casa con gli altri inquilini.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.