È indetto – come riportato sul portale Unipa – un concorso per il conferimento di due premi di laurea in tema di protezione del consumatore.

In particolare, il premio ha lo scopo di promuovere la conoscenza delle problematiche di consumo con riferimento ai temi della innovazione, della sostenibilità, green economy nei diversi settori merceologici: potrà, quindi, essere oggetto della ricerca un ampio spettro di argomenti, dai i nuovi strumenti di condivisione per comunicare ai consumatori alle tecniche di ingaggio per stimolarne la partecipazione fino al mercato dei prodotti digitali, della tecnologia, web, smart city, diritto all’informazione del consumatore e regole del mercato.

Possono concorrere all’assegnazione dei premi i laureati delle Università italiane, che hanno conseguito il diploma di laurea tra il 20 ottobre 2013 ed il 20 ottobre 2014 e che hanno discusso una tesi di laurea su un argomento attinente al tema come sopra specificato.

Per concorrere all’assegnazione dei premi i candidati dovranno inviare a mezzo posta raccomandata alla Segreteria del Premio “Vincenzo Dona” presso l’Unione Nazionale Consumatori (Via Duilio, 13 – 00192 Roma), entro il 30 ottobre 2014 (farà fede la data del timbro postale di spedizione):

  • domanda di partecipazione indirizzata al Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori in cui siano chiaramente indicati: nome e cognome, indirizzo, codice fiscale, telefono, indirizzo e-mail, sintetico curriculum vitae;
  • sintesi illustrativa dei contenuti della tesi (max 5.000 battute) contenente anche le motivazioni che hanno indotto a trattare il tema, struttura dell’elaborato, conclusioni, aspirazioni lavorative;
  • copia della tesi su supporto elettronico da inviare a info@consumatori.it specificando in oggetto “Bando Premio di laurea Vincenzo Dona 2014”.

La Commissione giudicatrice è composta da componenti del consiglio direttivo UNC, giuristi, esperti di comunicazione ed è presieduta dal Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano Dona.

È facoltà della Commissione giudicatrice sia di non procedere all’assegnazione di uno o più premi, sia di assegnare premi ex-aequo con divisione in parti eguali del premio medesimo. Potranno essere assegnate “attestazioni di merito” a tesi non premiate, ma comunque meritevoli.

Ai premi assegnati sarà operata, come previsto dalla legge, una ritenuta alla fonte a titolo di imposta nella misura del 25%. Il premio è quindi da intendersi al lordo della ritenuta del 25 percento.

Il premio (pari a 1000 euro più un’eventuale pubblicazione per il primo classificato e a 500 per il secondo) dovrà essere ritirato personalmente durante la Cerimonia di consegna del Premio Vincenzo Dona (26 novembre 2014). Il premio in denaro sarà elargito entro 6 mesi dalla data di Premiazione.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito Internet.

La partecipazione al concorso è gratuita ed implica la piena accettazione di tutte le norme del pre- sente bando, nonché l’espresso consenso al trattamento dei dati personali (legge sulla privacy).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.